Spagna e Italia in dialogo nell’Europa del Cinquecento

Le carte più belle e significative del corposo fondo di disegni custodito nel Gabinetto dei Disegni e delle Stampe delle Gallerie degli Uffizi, per la maggior parte risalente alla donazione di Emilio Santarelli (1866), ma avviato fin dalla fine del Settecento, saranno esposti nelle nuove sale dell’Aula Magliabechiana.

https://www.uffizi.it/eventi/spagna-e-italia-in-dialogo-nell-europa-del-cinquecento-una-mostra-per-indagare-su-contatti-rapporti-confronti

Ejzestein: la rivoluzione delle immagini

Dal 07 Novembre 2017 al 07 Gennaio 2018

FIRENZE

LUOGO: Uffizi – Sala Edoardo Detti

CURATORI: Marzia Faietti, Gianluca Farinelli, Pierluca Nardoni, Eike Schmidt

ENTI PROMOTORI:

  • MiBACT
  • Le Gallerie degli Uffizi

SITO UFFICIALE: http://www.uffizi.it

 

COMUNICATO STAMPA:
La rivoluzione narrativa del montaggio cinematografico sviluppato da Sergej Ejzenštejn ha influenzato i mezzi espressivi del Novecento fino ad oggi come poche altre innovazioni.La mostra, organizzata in collaborazione con il Museo Puškin di Mosca e la Cineteca Comunale di Bologna, ripercorre le ricerche di linguaggio e la riflessione visiva del grande regista e teorico del cinema in base ai sui disegni, che dimostrano una particolare attenzione per l’arte del rinascimento italiano.

Leo Steinberg now

 

Roma, 17-19 maggio 2017
Sapienza – Università di Roma / Académie de France à Rome, Villa Médicis / University of Notre Dame (Global Gateway)

Leo Steinberg (1920-2011) ha lasciato una traccia significativa nella storia dell’arte. I suoi studi sul Rinascimento, sul Barocco e sull’arte contempora- nea hanno fatto apparire sotto una nuova luce alcuni artisti come Leonar- do, Michelangelo, Borromini, Picasso, De Kooning, Rauschenberg e Johns. I suoi libri ancora stupiscono per le novità metodologiche e per l’apertura verso nuovi campi d’indagine. Si pensi a Other Criteria, The Sexuality of Christ in Renaissance Art and in Modern Oblivion o, ancora, a Leonardo’s Incessant Last Supper.

“Leo Steinberg Now” – la prima conferenza internazionale dedicata allo studioso – propone un’inedita lettura ad ampio raggio della sua opera evidenziando il ruolo che essa ha svolto nel dibattito culturale europeo e statunitense del XX secolo e le questioni teoriche e di metodo che ha solle- vato negli studi storico-artistici.